Lung Unit
Tumore Uroteliale
OncoGinecologia
Tumore rene

Trastuzumab deruxtecan ha dimostrato una risposta clinicamente significativa nei pazienti con carcinoma mammario metastatico refrattario HER2-positivo


I risultati dello studio registrativo di fase II DESTINY-Breast01 di Trastuzumab deruxtecan ( DS-8201 ).
Il coniugato farmaco-anticorpo ( ADC ), che ha come bersaglio HER2, è stato valutato nei pazienti con carcinoma mammario HER2-positivo, non-resecabile e/o metastatico precedentemente trattato con Trastuzumab emtansine ( Kadcyla ).

Il tasso di risposta in DESTINY-Breast01, valutato da un Comitato di revisione indipendente, ha confermato in una popolazione di pazienti pesantemente pretrattati l'attività clinica emersa nello studio di fase I.
Il profilo di sicurezza e tollerabilità di Trastuzumab deruxtecan è risultato in linea con le precedenti esperienze.

DESTINY-Breast01 è uno studio in due fasi, in aperto, multicentrico di Trastuzumab deruxtecan. La dose ottimale di 5.4 mg/kg era stata identificata nella prima parte dello studio.

Nella seconda parte è stata valutata l'efficacia e la sicurezza della dose raccomandata nei pazienti che hanno fallito o interrotto il precedente trattamento con Trastuzumab emtansine.

Trastuzumab deruxtecan ha ottenuto la designazione di terapia fortemente innovativa ( Breakthrough Therapy ) e la designazione Fast Track dalla FDA negli Stati Uniti per i pazienti con carcinoma mammario avanzato o refrattario HER2-positivo.

HER2 è una proteina che promuove la crescita del recettore tirosin-chinasi presente sulla superficie di alcune cellule tumorali che è associata a malattia aggressiva e prognosi peggiore nei pazienti con tumore alla mammella.
Per essere considerate HER2-positive, le cellule tumorali vengono solitamente testate mediante uno di due metodi: immunoistochimica ( IHC ) o ibridazione in situ fluorescente ( FISH ).

DESTINY-Breast01 è uno studio in aperto, multicentrico, costituito da due parti, che ha valutato la sicurezza e l'efficacia di Trastuzumab deruxtecan in pazienti con carcinoma mammario HER2-positivo non-resecabile e/o metastatico precedentemente trattato con Trastuzumab emtansine.
L'endpoint primario della sperimentazione era il tasso di risposta obiettiva. Gli obiettivi secondari comprendevano la durata della risposta, il tasso di controllo della malattia, il tasso di beneficio clinico, la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale.

Nella prima parte della sperimentazione è stato valutato il profilo farmacocinetico ed individuata la dose raccomandata di Trastuzumab deruxtecan.

Nella seconda parte dello studio sono stati arruolati i pazienti in una delle due coorti: pazienti resistenti o refrattari a Trastuzumab emtansine ( parte 2a ) e pazienti che hanno interrotto il trattamento con Trastuzumab emtansine per ragioni diverse dalla malattia resistente o refrattaria ( parte 2b ).
L'arruolamento a DESTINY-Breast01 è stato completato a settembre 2018, con 253 pazienti in oltre 100 Centri in Nord America, Europa, Giappone e altri paesi in Asia.

Il profilo di sicurezza e tollerabilità di Trastuzumab deruxtecan in DESTINY-Breast01 è stato coerente con lo studio di fase I; gli eventi avversi più comuni ( maggiore o uguale al 30%, di qualsiasi grado ) comprendevano: nausea, diminuzione dell'appetito, vomito, alopecia, affaticamento, anemia, diarrea e costipazione.
Casi di polmonite farmaco-correlata, compresi eventi di grado 5, sono stati riportati nel programma di sviluppo clinico. ( Xagena2019 )

Fonte: AstraZeneca & Daiichi Sankyo, 2019

Onco2019 Gyne2019 Farma2019


Indietro