Natera Banner
Bayer Banner
Gilead Banner
Tumore prostata

Terapia adiuvante con Tamoxifene ed Exemestano nel carcinoma mammario in fase iniziale


Gli inibitori della aromatasi hanno migliorato la sopravvivenza libera da malattia rispetto a Tamoxifene ( Nolvadex ) se somministrati come terapia adiuvante iniziale o dopo 2-3 anni di Tamoxifene a donne in post-menopausa con tumore alla mammella positivo per il recettore ormonale ( HR+ ).

Sono stati confrontati gli effetti a lungo termine della terapia con Exemestano ( Aromasin ), rispetto al trattamento sequenziale ( Tamoxifene seguito da Exemestano ).

Lo studio di fase 3 TEAM ( Tamoxifen Exemestane Adjuvant Multinational ) è stato condotto negli ospedali di 9 Paesi.

Donne in postmenopausa ( età mediana 64 anni, intervallo 35-96 anni ) con carcinoma alla mammella HR+ sono state assegnate in maniera casuale e in un rapporto 1:1 a Exemestano in aperto ( 25 mg una volta al giorno, per via orale ) da solo o in seguito a Tamoxifene ( 20 mg una volta al giorno, per via orale ) per 5 anni.

L’endpoint primario era la sopravvivenza libera da malattia a 5 anni e l’analisi principale è stata condotta per intention-to-treat.

In totale, 9.779 pazienti sono state assegnate a trattamento sequenziale ( n=4.875 ) o Exemestano da solo ( n=4.904 ) e 4.868 e 4.898 sono state analizzate per intention-to-treat, rispettivamente.

A 5 anni, 4.154 ( 85% ) pazienti nel gruppo trattamento sequenziale e 4.186 ( 86% ) in quello Exemestano da solo sono risultate libere da malattia ( hazard ratio, HR=0.97; p=0.60 ).

Nella analisi di sicurezza, il trattamento sequenziale è risultato associato a una maggior incidenza di sintomi ginecologici ( 20% vs 11% ), trombosi venosa ( 2% vs 1% ) e anomalie dell’endometrio ( 4% vs inferiore a 1% ) rispetto al solo Exemestano.

Eventi avversi muscolo-scheletrici ( 50% vs 44% ), ipertensione ( 6% vs 5% ) e iperlipidemia ( 5% vs 3% ) si sono presentati con maggior frequenza nel gruppo Exemestano da solo.

In conclusione, i regimi di trattamento con Exemestano da solo o dopo Tamoxifene possono essere considerati opzioni appropriate per donne in post-menopausa con carcinoma mammario positivo per il recettore ormonale. ( Xagena2011 )

van de Velde CJ et al, Lancet 2011; 377: 321-31

Onco2011 Gyne2011 Farma2011


Indietro