Natera Banner
Gilead Banner
Bayer Banner
Tumore prostata

Sicurezza ed efficacia dell'inibitore mTOR, Vistusertib, in combinazione con Anastrozolo nei pazienti con tumore dell'endometrio ricorrente o metastatico positivo ai recettori ormonali: studio VICTORIA


Il cancro dell'endometrio è spesso ormono-dipendente e viene trattato con inibitori dell'aromatasi.
La deregolazione del percorso PI3K-AKT-mTOR osservata nel tumore dell'endometrio guida la resistenza ormonale, supportando così il razionale della combinazione dell'inibitore di mTOR con la terapia endocrina.

Sono state valutate la sicurezza e l'efficacia di Vistusertib in combinazione con Anastrozolo nel trattamento di donne con tumore dell'endometrio ricorrente o metastatico positivo ai recettori ormonali.

Lo studio VICTORIA era uno studio clinico multicentrico, in aperto e randomizzato che ha accumulato 75 pazienti con tumore endometriale ricorrente o metastatico positivo ai recettori ormonali da 12 centri oncologici in Francia dal 2016 al 2019.
Dopo un periodo di run-in di sicurezza, è stato utilizzato un disegno a 2 stadi.

I pazienti sono stati randomizzati a Vistusertib orale ( 125 mg due volte al giorno 2 giorni alla settimana ) e Anastrozolo [ Arimidex ] orale ( 1 mg al giorno ) nel braccio di combinazione Vistusertib con Anastrozolo ( braccio V+A ) o Anastrozolo orale da solo ( braccio A ).

L'endpoint primario era costituito da eventi avversi gravi per il periodo di run-in di sicurezza e tasso libero da progressione a 8 settimane ( 8 settimane-PFR ), valutati con una revisione centrale indipendente in cieco nella fase 2.
Gli endpoint secondari erano tasso di risposta obiettivo, durata della risposta, sopravvivenza libera da progressione ( PFS ), sopravvivenza globale ( OS ) e incidenza di eventi avversi.

Dei 75 pazienti randomizzati, ne sono stati trattati 73 ( età mediana, 69.5 anni; tutte femmine ): braccio V+A, 49 pazienti; braccio A, 24 pazienti.
Nel braccio V+A, il tasso libero da progressione a 8 settimane è stato del 67.3% e nel braccio A del 39.1%.

Non sono stati segnalati eventi avversi gravi significativi durante il periodo di run-in di sicurezza ( n=6 nel braccio V+A ). Il tasso di risposta globale è stato del 24.5% nel braccio V+A rispetto al 17.4% nel braccio A.

Con un follow-up mediano di 27.7 mesi, la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 5.2 mesi nel braccio V+A e 1.9 mesi nel braccio A.
Affaticamento, linfopenia, iperglicemia e diarrea sono stati gli eventi avversi più comuni ( grado maggiore o uguale a 2 ) associati a Vistusertib.

Questo studio clinico multicentrico, in aperto, randomizzato di fase 1/2 ha dimostrato che l'aggiunta di Vistusertib ad Anastrozolo ha migliorato il tasso libero da progressione a 8 settimane, il tasso di risposta globale e la sopravvivenza libera da progressione per le pazienti con tumore dell'endometrio e ha avuto eventi avversi gestibili.
L'identificazione dei sottogruppi molecolari consentirebbe una selezione più precisa dei pazienti con maggiori probabilità di esiti favorevoli. ( Xagena2022 )

Heudel P et al, JAMA Oncol 2022; 8: 1001-1009

Gyne2022 Onco2022 Farma2022



Indietro