Lung Unit
Tumore Uroteliale
OncoGeriatria
Tumore polmone

Pertuzumab, Trastuzumab e Docetaxel nel cancro al seno HER2-positivo metastatico


Nelle pazienti con carcinoma mammario metastatico positivo al recettore per il fattore di crescita epidermico umano 2 ( HER2 ), la sopravvivenza libera da progressione è risultata significativamente migliorata dopo una terapia di prima linea con Pertuzumab ( Perjeta ), Trastuzumab ( Herceptin ) e Docetaxel ( Taxotere ), rispetto a placebo, Trastuzumab e Docetaxel.
La sopravvivenza globale è significativamente migliorata con Pertuzumab in una analisi ad interim senza che la mediana sia stata raggiunta.

Sono stati riportati i risultati finali complessivi di sopravvivenza con un follow-up mediano di 50 mesi.

Pazienti con tumore alla mammella metastatico che non avevano ricevuto precedente chemioterapia o terapia anti-HER2 per la malattia metastatica sono state randomizzate a ricevere la combinazione con Pertuzumab o la combinazione con placebo.

Sono stati riportati gli endpoint finali secondari di sopravvivenza globale, sopravvivenza libera da progressione, durata della risposta e sicurezza.

Le analisi di sensibilità sono state adeguate per le pazienti che sono passate dal placebo a Pertuzumab dopo l'analisi ad interim.

La sopravvivenza generale mediana è stata di 56.5 mesi nel gruppo trattato con la combinazione con Pertuzumab, rispetto a 40.8 mesi nel gruppo che ha ricevuto la combinazione con placebo ( hazard ratio a favore del gruppo Pertuzumab, HR=0.68; P minore di 0.001 ), con una differenza di 15.7 mesi.

Questa analisi non è stata rettificata per il passaggio al gruppo Pertuzumab ed è stata pertanto conservativa.
I risultati delle analisi di sensitività, dopo aggiustamento per cambiamento di gruppo, sono stati coerenti.

La sopravvivenza mediana libera da progressione è migliorata di 6.3 mesi nel gruppo Pertuzumab ( HR=0.68 ).

Pertuzumab ha esteso la durata mediana di risposta di 7.7 mesi.

La maggior parte degli eventi avversi si è verificata durante la somministrazione di Docetaxel nei due gruppi, con mantenimento a lungo termine della sicurezza cardiaca.

In conclusione, nelle pazienti con tumore al seno HER2-positivo metastatico, l'aggiunta di Pertuzumab a Trastuzumab e Docetaxel, rispetto all'aggiunta del placebo, ha migliorato significativamente la sopravvivenza globale mediana a 56.5 mesi, e ha esteso i risultati delle analisi precedenti che avevano mostrato l'efficacia di questa combinazione di farmaci. ( Xagena2015 )

Swain SM et al, N Engl J Med 2015;372:724-734

Onco2015 Gyne2015 Farma2015


Indietro